Lampeggiante blu: ha la scopo di identificare chi lo utilizza come soggetto appartenente alla PA

L’uso del lampeggiante di colore blu esonera dall’osservanza degli obblighi, dei divieti e delle limitazioni relativi alla circolazione stradale e porta a identificare il suo detentore con un soggetto in servizio di ordine pubblico o assimilato; un oggetto, quindi, idoneo ad esteriorizzare ai cittadini le qualità personali di chi lo detiene e il potere connesso all’uso dello stesso.

Il suo uso improprio può trarre in inganno il pubblico e gli stessi addetti alla circolazione stradale.
Quindi l’aver consentito, se pur temporaneamente a terzi estranei alla p.a., di possedere il suddetto dispositivo, costituisce un vulnus al buon andamento della pubblica amministrazione.

Consulta la sentenza n. 34940/2018, Cassazione penale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.