Questo articolo è stato letto 5 volte

Le novità per le posizioni organizzative

Per la Funzione pubblica continua ad essere applicabile la possibilità di aumentare le risorse destinate al finanziamento delle posizioni organizzative nei Comuni senza dirigenti con il taglio delle capacità assunzionali a condizione che questi incrementi non siano destinati a finanziare la istituzione di nuove, ma ad adeguare il trattamento economico di quelle in essere alle nuove soglie fissate dal CCNL 21 maggio 2018. Per l’ARAN il conferimento, negli ambiti fissati dal contratto nazionale, di questi incarichi a dipendenti di categoria C nel caso in cui nell’ente vi sia personale di categoria D, non determina in via ordinaria la necessità del riconoscimento delle mansioni superiori. Viene inoltre confermato che, nel caso di elezioni amministrative, ai titolari di posizione organizzative deve essere riconosciuto solamente il lavoro straordinario svolto nelle giornate festive.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *