Le violazioni in materia di circolazione di prova

Secondo il dettato del D.P.R. 474/2001, l’autorizzazione alla circolazione di prova deroga all’obbligo di circolare con veicolo munito di carta di circolazione rilasciata a seguito di immatricolazione (vedi artt. 93, 110 e 114 del codice della strada).

Di conseguenza, secondo la ratio della norma in esame, l’autorizzazione di cui sopra consente la circolazione di veicoli non ancora immatricolati e, quindi, ancora privi di carta di circolazione.

Le modalità che legittimano la circolazione di prova sono prevalentemente descritte nel regolamento (D.P.R. 474/2001), nel quale è previsto:

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.