Reato di fuga ed omissione di soccorso

La momentanea sosta effettuata dall’autore dell’investimento, secondo consolidata orientamento di legittimità, configura egualmente la condotta della “fuga”.
Il reato di fuga (art. 189, comma 6, cod. strada) è finalizzato a garantire l’identificazione dei soggetti coinvolti nell’investimento e la ricostruzione delle modalità del sinistro; il reato di mancata prestazione di assistenza (comma 7) è finalizzato ad assicurare il necessario soccorso alle persone rimaste ferite. Pertanto, è ravvisabile un concorso materiale tra le due ipotesi criminose.

Corte di Cassazione Penale sez. IV 6/12/2023 n. 48530

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *