Sale da gioco: rispetto degli orari

La concentrazione delle ore in cui è consentito il gioco lecito nella tarda serata e nella notte – con il connesso divieto di gioco dalle 7,00 alle 19,00 – è contrario al principio di proporzionalità, poiché tale decisione non è idonea rispetto all’obiettivo perseguito, di lotta ai fenomeni della ludopatia, e non è adeguata poiché tale divieto finisce con incidere sfavorevolmente sui soli titolari delle tabaccherie non titolari di bar o di sale giochi, tenuti a rispettare un orario diurno di apertura, comportando una drastica limitazione dell’orario di funzionamento, determinando altresì una disparità di trattamento nei confronti di questi ultimi che sono stati legittimamente autorizzati con il rilascio della licenza ex art. 110 t.u.l.p.s.

Consiglio di Stato sez. V 6/3/2024 n. 2196

 

Fonte: www.giustizia-amministrativa.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *