Se la bomboletta contiene “gas lacrimogeno” è reato il porto fuori dall’abitazione

Il 4 dicembre 2020 una Corte di Appello confermava una sentenza di un Tribunale del Distretto con la quale veniva asserito che andare in giro portando con sé una bomboletta spray contenente gas lacrimogeno (idoneo a provocare irritazione degli occhi, sia pure reversibile in un breve tempo) integra il reato previsto dall’art. 4 della Legge 2 ottobre 1967 n. 895 e successive modificazioni.

Continua a leggere l'articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.