MAGGIOLI EDITORE - Polnews


Personale
Con la sentenza 25/9/2014, n. 20230, la Corte di Cassazione torna nuovamente sul tema del mobbing lavorativo, delineando i presupposti affinché questo si possa configurare. Il mobbing è una figura di reato complessa che si realizza in una serie di atti o comportamenti vessatori, protratti nel tempo, posti in essere nei confronti di un lavoratore da parte dei componenti del gruppo di lavoro in cui è inserito o dal suo capo.

Vedi il testo della Sentenza

www.polnews.it