Tutor: non può essere equiparato all’autovelox

Per l’autovelox è prevista una tolleranza di rilevazione della velocità pari al 5%, che però non può applicarsi anche ai tutor.

In accoglimento del ricorso di un automobilista il Giudice di Pace di Nola ha infatti ribadito che il tutor non misura la velocità istantanea ma quella media con la conseguenza che, con riferimento ad esso, l’applicazione della stessa percentuale di tolleranza del 5% prevista per l’autovelox è “palesemente illegittima”.

Occorre applicare una riduzione diversa, come precisato dal comma 3 dell’art. 345 delle disposizioni di attuazione del codice della strada.

Di conseguenza, “la verbalizzazione effettuata è dubbia in quanto applica un criterio (riduzione del 5%) non previsto per legge”.

Consulta la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.