Questo articolo è stato letto 12 volte

Violazione del divieto di gareggiare in velocità

In tema di circolazione stradale, in caso di violazione del divieto di gareggiare in velocità a cui consegua la morte di una o più persone, è configurabile il delitto di cui all’art. 9-ter, comma 2, C.d.S. e non anche il reato di omicidio stradale di cui all’art. 589-bis cod. pen., difettandone gli elementi costitutivi, atteso che, in tal caso, la morte non è determinata da una condotta colposa bensì dolosa, alla quale si accompagna la sola prevedibilità dell’evento.
Corte di Cassazione Penale sez. V 9/6/2021 n. 22768

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *