Ambiente

26 agosto 2019 - AMBIENTE

Responsabilità in materia di deposito incontrollato di rifiuti

La Corte di Cassazione III sez. pen. con sentenza n. 27911del 25 Giugno 2019 ha ribadito il principio secondo il quale il proprietario di un’area su cui terzi depositino in modo incontrollato rifiuti, è penalmente responsabile dell’illecita condotta di questi ultimi in quanto tenuto a vigilare sull’osservanza da parte dei medesimi delle norme in materia ambientale  e ciò in quanto, in tema di rifiuti, la responsabilità per l’attività di gestione non autorizzata non attiene necessariamente al profilo della consapevolezza e volontarietà della condotta, potendo scaturire da comportamenti che violino i doveri di diligenza per la mancata adozione di tutte le misure necessarie per evitare illeciti nella predetta gestione.  (continua)

21 giugno 2019 - AMBIENTE

Direttiva sui prodotti di plastica monouso

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale UE del 12 giugno 2019 la Direttiva Europea 2019/904 sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente. Gli obiettivi della direttiva sono: - prevenire e ridurre l’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente, in particolare l’ambiente acquatico, e sulla salute umana - promuovere la transizione verso un’economia circolare con modelli imprenditoriali, prodotti e materiali innovativi e sostenibili, contribuendo in tal modo al corretto funzionamento del mercato interno. (continua)

20 giugno 2019 - AMBIENTE

L’attività di verniciatura non è esercitabile in deroga

La Corte di Cassazione, III sez. pen. con sentenza n. 25324 del 7 Giugno 2019 ha ribadito che l'attività di verniciatura è espressamente esclusa da quelle per le quali è consentita la deroga all'obbligo di autorizzazione, in quanto l'art. 272 d.lgs. 152/2006, che individua gli impianti e le attività non sottoposti ad autorizzazione, stabilisce, al comma 1, che "non sono sottoposti ad autorizzazione di cui al presente titolo gli stabilimenti in cui sono presenti esclusivamente impianti e attività elencati nella parte I dell'Allegato IV alla parte quinta del presente decreto. (continua)