Pubblica sicurezza

13 giugno 2019 - PUBBLICA SICUREZZA

Divieto di stazionare nelle c.d. “zone rosse” della città

E’ illegittimo il provvedimento prefettizio che ha disposto il divieto di stazionare in diverse aree della città, assurte a c.d. “zone rosse”, alle persone cui è stata contestata la violazione della normativa sul commercio in area pubblica o che risultano denunciate per i reati di percosse, lesioni personali, rissa, danneggiamento o spaccio di sostanze stupefacenti.

12 giugno 2019 - PUBBLICA SICUREZZA

Decreto sicurezza bis

Il Consiglio dei Ministri di martedì 11 giugno ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica. Il testo interviene, in particolare, in materia di: - contrasto all’immigrazione illegale; - potenziamento dell’efficacia dell’azione amministrativa a supporto delle politiche di sicurezza; - contrasto alla violenza in occasione di manifestazioni sportive.

3 giugno 2019 - PUBBLICA SICUREZZA

CED Viminale – Accesso anche al personale dei Corpi e servizi di polizia municipale

Pubblichiamo il Parere del Garante per la protezione dei dati personali sulla nuova versione dello schema di decreto del Presidente della Repubblica recante Regolamento concernentela disciplina delle procedure di raccolta, accesso, comunicazione, correzione, cancellazione ed integrazione dei dati e  delle informazioni registrati nel Centro elaborazione dati. Il Garante per la privacy ha espresso parere favorevole sulla bozza di decreto, predisposta dal Ministero dell’Interno, per la gestione del Centro elaborazione dati interforze (Ced) del Dipartimento della pubblica sicurezza. Sono state però richieste alcune modifiche per rendere la banca dati pienamente compatibile con la direttiva europea relativa al trattamento dei dati personali per finalità di polizia, nonché con la normativa italiana in materia. (continua)

27 maggio 2019 - PUBBLICA SICUREZZA

Fondo per la prevenzione e il contrasto delle truffe agli anziani

Il Ministero dell'Interno ha pubblicato la Circolare 22 maggio 2019. Fondo per la prevenzione e il contrasto delle truffe agli anziani. Destinazione contributi. In considerazione del fondamentale apporto che i Comuni sono in grado di assicurare nella costruzione di un’adeguata rete di protezione sociale modellata sulle peculiari esigenze territoriali e vista l’importanza di sviluppare attività mirate alla prevenzione e contrasto delle truffe perpetrate nei confronti di persone anziane, Il Ministero dell'Interno ha ritenuto necessario destinare uno specifico finanziamento alle azioni che gli stessi enti locali vorranno realizzare per integrare i servizi finora svolti. (continua)