Questo articolo è stato letto 24 volte

Accertamento della guida in stato di ebbrezza

Non sussiste l’obbligo di dare l’avviso della facoltà dell’indagato di farsi assistere da un difensore di fiducia allorchè l’accertamento venga espletato a fini terapeutici e non sia unicamente finalizzato alla ricerca della prova della colpevolezza del soggetto indiziato per guida in stato di ebbrezza.

Consulta la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>