Questo articolo è stato letto 0 volte

Via libera del Consiglio di Stato al decreto sulle visite fiscali

via-libera-del-consiglio-di-stato-al-decreto-sulle-visite-fiscali.png

Il Consiglio di Stato ha espresso parere favorevole sullo Schema di decreto ministeriale recante le “modalità per lo svolgimento delle visite fiscali e per l’accertamento delle assenze dal servizio per malattia, nonché l’individuazione delle fasce orarie di reperibilità, ai sensi dell’articolo 55-septies, comma 5-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”.

Secondo il Consiglio di Stato il decreto deve essere finalizzato ad “armonizzare la disciplina dei settori pubblico e privato” e chiede quindi l’armonizzazione della disciplina delle fasce orarie di reperibilità fra dipendenti pubblici e dipendenti del settore privato. Precisazioni anche sulla mancata accettazione del’esito della visita, sulla richiesta diretta di questa dall’Inps e sul rientro al lavoro anticipato.

Il decreto dispone che la richiesta della visita di controllo a carico del lavoratore in malattia possa essere formulata dal datore di lavoro fin dal primo giorno di assenza del lavoratore oltre che disposta su iniziativa dell’Inps e indica tra l’altro che le comunicazioni tra datore di lavoro e Inps e tra quest’ultimo e i propri medici fiscali avvengono attraverso canali telematici.

Consulta il parere del Consiglio di Stato n. 1939 del 4/9/2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>