Guida in stato di ebbrezza

La Corte di Cassazione premette che il reato contestato è contravvenzionale, quindi punibile anche a titolo di colpa, senza necessità che l’elemento soggettivo del fatto tipico abbia la forma del dolo.
Irrilevante, inoltre, la lamentela riguardante i mutamenti normativi in materia e la difficoltà del cittadino di conoscere la norma penale: ignorantia legis non excusat. Sono infatti previsioni di norme scritte, regolarmente pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale.

Vedi il testo della Sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.