Incidente stradale e mancato rispetto dello stop: niente revisione della patente

Accolto il ricorso del titolare della patente dell’autorizzazione dopo che il Ministero delle Infrastrutture ha rigettato il ricorso gerarchico contro lo stop al permesso di condurre i veicoli.

Risulta accertato che durante il sinistro il conducente dell’autocarro non osserva l’obbligo di fermarsi segnalato dal cartello, ma anche l’altro guidatore non rispetta il limite di velocità, tanto che vengono multati entrambi: non è dunque detto che la colpa del sinistro sia soltanto del primo.

In ogni caso a far scattare la revisione della patente non è sufficiente che il conducente abbia mancato di dar la precedenza nel sinistro o commesso un eccesso di velocità: ai fini del provvedimento non rileva che l’incidente sia addebitabile o meno all’interessato né contano profili di responsabilità di altri conducenti coinvolti.

L’amministrazione compie un eccesso di potere se non motiva perché chi è colpito dallo stop non sarebbe in grado di condurre un veicolo dal punto di vista fisico e mentale.

Consulta la sentenza n. 834/2018, Tar Campania, Napoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.