Questo articolo è stato letto 0 volte

Decreto Sicurezza: illegittimo il potere sostitutivo dei prefetti perché troppo discrezionale e lesivo dell’autonomia comunale

La Corte Costituzionale con sentenza n. 195 del 24 luglio 2019 ha dichiarato incostituzionale il comma 7 bis dell’art. 143 del TUEL, introdotto con l’art. 28, comma 1, del d.l. n. 113/2018, norma che aveva inserito nell’articolo del TUEL, regolante lo scioglimento dei consigli comunali e provinciali conseguente a fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso, un nuovo comma, che attribuiva, in caso di conclusione negativa del procedimento effettuata ai sensi del comma 7, un potere straordinario extra ordinem al prefetto volto ad individuare “i prioritari interventi di risanamento indicando gli atti da assumere, con la fissazione di un termine per l’adozione degli stessi”.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>