Questo articolo è stato letto 0 volte

Insidia stradale

insidia-stradale-5.jpg

La Corte ha ritenuto raggiunta la prova della responsabilità esclusiva di Anas in ordine alla presenza sul tratto stradale di acqua, fango e terriccio, nonché in relazione alla mancanza di segnalazione di pericolo e di protezione tramite guard rail nonostante l’elevata pericolosità di tale tratto stradale.

Vedi il testo della sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>