Questo articolo è stato letto 0 volte

Spaccio di sostanze stupefacenti

spaccio-di-sostanze-stupefacenti.jpg

Il parametro quantitativo che è quello maggiormente significativo per individuare la lesione dell’interesse protetto non è quindi superato dalla ricorrenza di parametri sussidiari tali da determinare un non trascurabile allarme sociale e la valutazione globale in ordine alla portata dell’offensività per la collettività del fatto contestato, e quindi è tale da far ritenere appunto la sussistenza dell’ipotesi di minore gravità.

Vedi il testo della Sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>