Questo articolo è stato letto 7 volte

Personale

Questa decisione viene ritenuta esagerata dai giudici di merito, i quali ordinano la “reintegrazione” del dipendente, spiegando che “pur essendo il comportamento disciplinarmente rilevante, tuttavia la sanzione espulsiva non era proporzionata alla condotta”.

Vedi il testo della Sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *