Ricettazione di uno smartphone e appropriazione dei dati sensibili

Un uomo era stato scoperto dalla Polizia Giudiziaria con un cellulare di provenienza furtiva, e, successivamente condannato per ricettazione, è stata disattesa la sua richiesta dell’esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto perché la sua condotta, secondo i Giudici, è stata aggravata con l’appropriazione dei dati sensibili conservati dal proprietario nello smartphone.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.