L’omessa indicazione sul retro del segnale stradale dell’ordinanza di apposizione non rende illegittimo il verbale di contestazione dell’infrazione

La Cassazione si è pronunciata su un ricorso presentato da una società contro una sentenza di un Tribunale che aveva confermato la decisione del Giudice di Pace il quale, a sua volta, aveva rigettato l’opposizione ad una sanzione amministrativa.

Continua a leggere l'articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.